Al momento stai visualizzando RUBRICA ISOLE GRECHE CRETA
balos

RUBRICA ISOLE GRECHE CRETA

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:La Rubrica di Serenella
  • Tempo di lettura:7 minuti di lettura

Eccoci arrivati sull'isola di CRETA

Atterriamo sull’isola più a sud d’Europa..

… Creta …

  • primo viaggio

E’ la seconda volta che arrivo qui e sono un po’ prevenuta. La parte est mi era piaciuta molto ma il ricordo era sfumato e le isole viste nel frattempo hanno sovrascritto le immagini di una vacanza lontana. Certo la Grecia è sempre la Grecia ma Hersonisoss, dove avevo soggiornato anni prima , mi ha lasciato qualche dubbio sull’autenticità del sapore greco. Un centro perfetto per i ragazzi con locali e divertimenti affacciati a un bel mare ma io avevo bisogno anche di altro.. in quella vacanza mi era però bastato spostarmi un po’ più a est per riscoprire i borghi classici ..

Agios Nikolaos la mia istantanea preferita..

Ho percorso poi tutta la litoranea est in moto ammirando le coste brulle a tratti lunari .. le calette splendide e i ristoranti affacciati sulle baie sino ad arrivare alla punta estrema orientale e trovare la magnifica spiaggia di Vai. Una vacanza un po’ on the road e divertimento.. adesso volevo altro..

Avevo voglia di Balos.. e l’ho trovata.

Senza dubbio Balos è la spiaggia del mediterraneo che ad oggi mi ha colpito maggiormente. Nella mia classifica la spiaggia più bella che ho mai visto nel nostro mare.

Più emozionante di quello che mi aspettavo.. semplicemente unica.

Ma andiamo con ordine…

  • Dicevamo del mio secondo viaggio a Creta.

Questa volta scelgo la parte ovest e opto per abbandonare la moto e prendere una  jeep più comoda e adatta a spostamenti un po’ difficoltosi. Soggiorno a Georgiopolis e trovo un paesino turistico che invita a spostarsi per ammirare le meraviglie nascoste dell’isola.

Elaphonissi è la prima delle tappe .. tutte fantastiche. La spiaggia è a tratti rosa e la giornata è accarezzata da un morbido vento che ci mette a nostro agio. Si può scegliere se stare in spiaggia a pagamento o arrangiarsi in una zona libera. Gli spazi sono ampi e anche se c’è molta gente basta camminare un po’ per trovare posti più tranquilli..  tra una bibita rinfrescante nel bar della spiaggia e una nuotata nel mare cristallino la giornata trascorre serena. La spiaggia si rincorre tra continue piccole secche e piccoli scogli che nascondono granchi e paguri… tutto è meraviglioso e non si riesce ad andare via da quanto si sta bene.. aspetto il tramonto serale che lascia senza fiato.

Seduta a riva ammiro il sole scendere come a salutare uno per uno i turisti che hanno saputo aspettare.. quando decidiamo di andare nessuno parla .. ci si guarda e si sorride complici di tanta bellezza

 

Non si può andare a Creta e non fermarsi nel suo cuore e vedere i resti di cnosso..

Quindi, nonostante la giornata effettivamente bollente, parto per vistare la zona centrale di Creta e appunto il palazzo di cnosso .. assoldata una guida entro piena di entusiasmo. Mi ero preparata prima con qualche lettura su internet e avevo ripassato i miti dell’antica Grecia e il racconto di Minosse e il labirinto costruito per il Minotauro. Le rovine lasciano solo intravedere quello che fu.. per questo è importante arrivare un po’ preparati cercando di immaginare la realtà di un tempo.

Il fascino del posto è indelebile tra i ricordi della vacanza.

Ed eccoci infine al motivo del ritorno a Creta.

…. Balos ….

Arrivare a Balos non è semplice. La strada all’ingresso del parco è sterrata e avere una jeep aiuta.. bisogna andare presto altrimenti si deve abbandonare l’auto a km dalla discesa verso la spiaggia.

Ma niente mi poteva fermare e avevo ragione.. basta un attimo per capirlo.. quell’attimo … mi ripaga di tutto e mi riempie totalmente.

L’attimo in cui girando l’ultima curva con il sole già alto nel cielo di Creta vedo Balos.

Da bloccare il fiato .. da fermare il tempo .. da azzerare i rumori e annullare i pensieri.

Questa è Balos la prima volta .. una sensazione di benessere assoluto.

Il mare bianco e blu chiuso tra l’isolotto di fronte e la montagna alle spalle parlano di un posto paradisiaco. Scolpito dal migliore degli scultori e dipinto dal pittore più visionario.

La discesa a mare è difficoltosa ma fattibile.. ad intervalli regolari ci si ferma ad ascoltare i rumori ammorbiditi dallo spazio aperto e ad ammirare il panorama che cambia sfumatura ad ogni passo.

Si arriva dopo una bella camminata in discesa e finalmente ci si tuffa in quello che più di ogni altro luogo sembra l’immersione in un sogno.. davvero un posto incredibile. 

Non mi sono fermata per la giornata non serve.. serve esserci stata e portare l’esperienza dentro per sempre..

il ritorno per i più pigri si può fare in sella ad un asinello.. se potete fate la scalata in solitaria e lasciate una carezza ai muli..

Il ritorno in auto è accompagnato da musica greca scottati dal sole e riempiti di bellezza.

Il sole a Creta non smette di scottarci e tra una serata in taverna e altre giornate più tranquille anche questo viaggio sull’isola maggiore greca termina.. ma come dice il proverbio non c’è due senza tre.. e chissà che la prossima volta non tocchi alla misteriosa parte sud per arrivare fino al margine d’Europa.

vi terrò aggiornati.. kiss

A presto Greece

Cerca tra le nostre offerte

Prenota in autonomia dal nostro sito – Clicca qui

Serenella